BOJ struttura

La struttura e il mandato della Bank of Japan BOJ

E’ vicino il momento in cui la Bank of Japan (BOJ), la banca centrale giapponese, comunicherà i nuovi tassi di interesse. In attesa del dato, approfondiamo meglio il suo organigramma e il suo mandato. Le decisioni sono prese dal Policy Board, mentre l’implementazione delle politiche viene attuata nel dipartimento centrale di Tokyo e nelle varie sedi locali.

 

Policy Board della boj

Il Policy Board o Comitato direttivo è il più alto organo decisionale della Banca. Il suo ruolo è determinare le linee guida per la valuta e il controllo monetario. Inoltre stabilisce i principi di base per la realizzazione di attività della Banca.

E’ composto da nove membri nominati, su proposta del Consiglio dei Ministri ratificata dalla Dieta, e vede a suo capo il Governatore. Il mandato dura 5 anni e può essere rinnovato appositamente. Il Governatore esercita il controllo generale sulle attività della BOJ ed è la figura preposta a rappresentare l’istituto negli eventi ufficiali. Due Vice-Governatori fanno le sue veci in sua assenza, amministrando il business in generale della banca. Infine completano il Board sei membri delegati scelti tra esperti in materie economiche o finanziarie. Tra i Dipartimenti i principali sono: affari monetari ed internazionali, studi economici e monetari, emissione della valuta, ricerca e statistica.

Tutti i membri, ad eccezione del Governatore, fanno parte del Management Committee e del Compliance Committee. Il primo esamina e gestisce le problematiche che possono riguardare l’operatività della banca. Il secondo ha il compito di assicurare che i funzionari e dipendenti esercitino le loro funzioni in modo corretto, nel rispetto delle leggi e dei regolamenti. Il Comitato direttivo della BOJ si riunisce una o due volte al mese davanti alla presenza di massimo due esponenti del governo, solitamente il Ministro delle Finanze e quello dell’Economia e delle politiche fiscali, che però non hanno diritto di voto. Le decisioni vengono prese alla maggioranza. Una curiosità: secondo uno studio condotto da Mongelli et all (2009) il 55% delle misure adottate hanno visto almeno un membro opporsi.

Le 32 filiali e i 14 uffici locali svolgono operazioni relative alla questione della valuta e alle operazioni bancarie. Un altro compito a loro attribuito è la ricerca sulla situazione economica e finanziaria nei rispettivi settori di competenza.

 

GLI OBIETTIVI della boj

Gli obiettivi istituzionali della Bank of Japan sono molteplici. L’obiettivo della stabilità dei prezzi è stato formalizzato e quantificato nel 1998. La scelta politica fu di portare l’inflazione dallo 0% al 2% annuale. L’approccio a questo obiettivo si fonda su due pilastri. Il primo sull’analisi degli sviluppi dell’inflazione nel breve termine e il secondo sull’analisi nel medio-lungo periodo. E’ anche competente per il controllo sulla stabilità dei mercati finanziari nel lungo periodo.

Di seguito è presente una tabella che riassume i compiti delle banche centrali più importanti al mondo. In tale maniere risulta più facilitato il confronto tra questi tre istituti.

Mandati banche centrali

Leave a Reply