parità-dei-sessi

La parità dei sessi aiuta l’economia, ecco le prove

Nel terzo millennio il sessismo è ancora tristemente presente in molte culture sotto diverse sfumature. Al contrario, la parità dei sessi rappresenta un spinta importante allo sviluppo della società e alla crescita economica. Uno studio pubblicato delle Nazioni Unite dimostra, con numeri inequivocabili, come questa pratica del tutto da condannare e retrogada ostacola il prosperare delle economie. Portare il livello di reddito delle donne a quello degli uomini, aumentare la loro partecipazione nel mondo del lavoro offre loro benefici sia in termini di giusti diritti che ormai dovrebbero essere scontati ma non lo sono.

L’empowerment economico delle donne è la cosa giusta da fare ma è anche una cosa intelligente. Questo afferma il rapporto presentato al Segretario generale dell’ONU Ban Ki-Moon in occasione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

In questo articolo riporteremo quattro grafici inequivocabili che convinceranno anche coloro che non ascoltano altre ragioni che non siano quelle economiche. Dunque perchè la parità dei sessi è auspicabile anche da un punto di vista meramente economico?

 

E’ associata allo sviluppo umano

parità-dei-sessi-sviluppo

Il grafico sovrastante mostra come un avvicinamento al pari trattamento di uomini e donne abbia un evidente effetto sullo sviluppo umano. Lo studio delle Nazioni Unite spiega questa relazione con una maggiore autonomia e libertà.

Inoltre una donna che gode di un proprio stipendio innalza il reddito medio delle famiglie. Di conseguenza anche la spesa per i figli aumenta, in particolar modo per la salute e l’istruzione. Come intuibile i benefici derivanti da ciò crescono in maniera più che esponenziale nel tempo.

 

Comporta un aumento del reddito per capita

parità-dei-sessi-reddito

Come già accennato prima, la parità dei sessi ha una ricaduta positiva anche sul reddito medio. In particolare, una ricerca della Banca Mondiale indica come l’aumento dei redditi aiuta a contrastare la disuguaglianza di genere.

Quando i redditi salgono, scendono i tassi di fertilità e più donne sono portate a partecipare alla forza lavoro. Il progresso tecnologico riduce anche la necessità del lavoro domestico non retribuito, che nella quasi totalità dei casi fatto dalle donne.

 

Stimola la crescita economica

parita-dei-sessi-crescita

Lo abbiamo già affermato nell’articolo ma vale la pena ribadire il concetto. L’uguaglianza tra uomini e donne può essere un acceleratore incredibile per l’economia. Uno studio del McKinsey Global Institute stima che si registrerebbe un aumento del PIL mondiale di ben 12 trilioni di dollari solo nei prossimi dieci anni.

Il paper delle Nazioni Unite aggiunge che questo è un passo obbligatorio per via dell’invecchiamento della popolazione mondiale. Infatti, dato il forte rallentamento previsto nella crescita dell’offerta di lavoro a livello globale dovuto alle tendenze demografiche, riducerre il divario tra sessi diventerà sempre più importante per la crescita economica. Ad esempio il Giappone, uno dei paesi più vecchi al mondo insieme all’Italia, ha già previsto all’interno delle riforme economiche della Abenomics politiche di integrazione delle donne nel mondo del lavoro.

 

Aumenta la competitività a livello globale

competitività-parità-dei-sessi

Il grafico sovrastante è stato elaborato da dati del report sulla competitività a cura del World Economic Forum. E’ possibile osservare il forte legame tra parità dei sessi e competitività. Così come negli altri grafici, ci sono importanti trend regionali. In alto a sinistra sono presenti le economie più avanzate mentre quelle più arretrate, come i paesi sub-Sahariani si trovano in basso a destra.

 

Ultimamente il processo di eliminazione delle disparità tra generi ha iniziato a muovere i primi passi. Tuttavia si può e si deve ancora migliorare. Se si continuerà di questo passo, occorreranno 118 anni per raggiungere un’equo trattamento delle donne.

 

Leave a Reply