bonifico

Bonifico bancario, guida pratica per tutti

Il bonifico bancario è uno strumento di pagamento molto diffuso. E’ un’operazione che permette il trasferimento di una certa somma di denaro da un conto corrente all’altro. Con la crescente diffusione dell’home banking, è possibile effettuare un bonifico bancario a costi veramente ridotti, se non gratuitamente, e senza muoversi di casa. Per poter effettuare un pagamento in questa maniera l’ordinante deve essere a conoscenza di alcuni dati della persona che riceverà il denaro.

 

I dati del bonifico bancario

L’informazione più importante è il cosiddetto Iban (International Bank Account Number), un codice composto da 27 caratteri. L’Iban identifica la nazionalità del conto, la banca, la filiale e il numero del conto corrente della persona beneficiaria del pagamento. Questo particolare codice permette di effettuare pagamenti anche verso conti esteri. Infatti rappresenta un passo verso l’armonizzazione del sistema bancario e dei pagamenti.

Il codice Swift, anche chiamato Bic, deve essere specificato esclusivamente per i bonifici bancari verso l’estero. La lunghezza di questo codice è variabile, a seconda del fatto che indichi o meno la filiale. In generale definisce la nazione, la banca e la città dove questa è locata.

Il Codice Riferimento Operazione (CRO) offre informazioni utili sia all’ordinante sia al beneficiario del pagamento. Per certi versi si può definire come una verifica di avvenuta movimentazione del denaro. In seguito all’introduzione del circuito SEPA (Singol Euro Payments Area), il CRO è stato sostuito dal TRN. Il Transaction Reference Number ha fondamentalmente le stesse funzioni del suo predecessore. Questo non è altro che un ulteriore passo verso l’armonizzazione dei sistemi di pagamento verso il quale si sta andando.

 

Come fare il bonifico bancario

Come già anticipato prima, il bonifico bancario può essere effettuato sia allo sportello sia on line. Nel primo caso è possibile farlo in contanti (anche se non si è clienti di quella particolare banca) o con addebito sul conto corrente. Generalmente il costo di un’operazione simile si aggira attorno i 5 euro. Invece nel secondo caso il servizio è spesso gratuito o comunque non supera il costo dei 2 euro.

Ultimamente una piccola nicchia di banche ha deciso di rendere gratuiti i bonifici bancari anche se effettuati allo sportello. Questa mossa è senza dubbio un modo efficace per attirare nuovi clienti.

 

Uno strumento di pagamento sicuro

Il bonifico bancario è lo strumento di pagamento tra i più sicuri in circolazione. Anche nella sua versione on line la sicurezza è garantita dagli istituti bancari. Infatti tutti i servizi di home banking sono dotati di un codice utente ed una password. Questa deve essere cambiata ogni sei mesi circa per evitare che possa essere violata. Inoltre molto spesso la banca dispone di un’ulteriore password operativa da inserire quando si effettuano movimenti nel proprio conto. Tale ulteriore misura è un ostacolo in più posto davanti a coloro che vogliono intrufolarsi nei conti correnti. Come la password normale, anche questa viene cambiata regolarmente. In alternativa qualora l’utente non la ricordi, ci si può rivolgere alla filiale più vicina della propria banca per richiederne un’altra.

Leave a Reply